Cibi tossici per i cani

Nell’arco della mia esperienza come veterinaria mi sono capitati spesso cani che avevano ingerito dei cibi tossici per loro ma perfettamente commestibili per il padrone.
La primissima cosa da fare in caso di ingestione è contattare un veterinario: sarà infatti il veterinario a dirvi cosa fare e se provocare il vomito nell’animale o no.

Cibi tossici per i cani

Elenco dei cibi tossici per i cani

Ecco un elenco di alimenti/sostanze che possono essere nocive anche in piccole quantità:

  • Alcool
  • Luppolo e birra
  • Marijuana
  • Tabacco e nicotina
  • Muffe
  • Noccioli di frutta
  • Ossa cotte
  • Uva e uvetta
  • Noci di macadamia
  • Cipolla e aglio
  • Cioccolata, the e caffè
  • Xilitolo
  • Spezie
  • Foglie di rabarbaro
  • Pasta di pane e pasta lievitata cruda

Perché certi alimenti sono tossici per i nostri amici pelosi?

Se volete approfondire, di seguito troverete il perché tali alimenti sono tossici per i cani.

Alcool: tutte le bevande (e gli alimenti) che lo contengono sono tossiche per i cani. Il fegato dei nostri amici a quattro zampe non ha gli enzimi adatti a metabolizzarlo e gli effetti possono essere davvero gravi come vomito, diarrea, spasmi fino ad arrivare al come e alla morte.

Luppolo e birra: se non bastasse l’alcool (vedi sopra), nella birra troviamo anche il luppolo che è fortemente tossico per il nostro cane.

Marijuana: oltre che per ingestione accidentale, tale pianta potrebbe essere presente anche in alimenti mantenendo inalterate le sue proprietà tossiche. I sintomi sono neurologici e gastroenterici.

Tabacco e nicotina: generalmente i cani non sono attratti da sigarette e simili. Ci sono però cani con disturbi comportamentali come la pica che mangiano di tutto. I sintomi sono per lo più scarsa coordinazione, tremori e battito accelerato.

Muffe: non pensate solo alla muffa che potreste avere in casa e che è facilmente individuabile. Pensate anche a quando portate il vostro fido al parco o fare una passeggiata nei boschi: castagne, ma anche altri frutti con gusci o meno possono ammuffire. In questo caso la possibile ingestione potrebbe portare a forti tremori fino all’ipotermia. Nel caso invece delle muffe in ambienti chiusi, parliamo di problemi respiratori.

Noccioli di frutta: il nocciolo è doppiamente pericoloso! Infatti se ingerito intero potrebbe ostruire l’intestino e se masticato, la parte interna, rilascia una sostanza che si trasforma in cianuro (sì, proprio il veleno).

Ossa cotte: avete presente quando fate un barbecue e date una costicina al vostro cane perché è da quando avete acceso il fuoco che vi guarda con gli occhioni? Sappiate le ossa cotte possono perforare l’intestino e se vi venisse in mente di farlo vomitare, non fatelo! Le ossa rotte potrebbero lesionare la gola o ostruirla.

Cane con osso

Uva e uvetta: i livelli tossici di uva e uvetta nel cane sono molto bassi e possono provocare danni a fegato e reni. Attenzione quindi se avete vigneti.

Noci di Macadamia: tremori, ipertemia e debolezza. Questi sono i sintomi provocati dalle noci di macadamia. Non si conoscono ancora bene i perché della loro tossicità, ma credo che i nostri cani staranno bene anche senza mangiarle!

Cipolla e aglio: ma anche porro ed erba cipollina. Queste verdure contengono tiosolfato, una sostanza in grado di distruggere i globuli rossi provocando un’anemia emolitica. La pericolosità dipende sia dalla frequenza che dalla quantità.

Cioccolata, the e caffè: tachicardia, aumento della diuresi, vomito e diarrea. Sono questi alcuni sintomi legata all’assunzione di teobromina (contenuta nel cioccolato), theina e caffeina. Prestare attenzione soprattutto al cioccolato fondente e alle bustine di the per la loro alta concentrazione, ma anche a biscotti e torte.

Xilitolo: oltre al comune chewing gum prestiamo attenzione anche a dolcificanti artificiali perché potrebbero provocare anche lesioni epatiche.

Spezie come cannella, curry e noce moscata: diverse spezie sono contenute anche in integratori e farmaci fitoterapici che ovviamente vanno dati al cane su indicazione medica. Eviterei assolutamente il “fai da te” o “l’ho letto su internet” qualora voleste inserire le spezie nell’alimentazione del cane. Affidatevi sempre a un veterinario!

Foglie di rabarbaro: possono provocare convulsioni, come e persino la morte.

Pasta di pane e pasta lievitata cruda: il rischio qui è dato dalla possibile fermentazione nello stomaco e suo conseguente rigonfiamento, ma anche dalla presenza di lieviti che in cani predisposti, possono dare problemi a livello cutaneo.

Cibi tossici per i cani: conclusioni

Spero di non essermi dilungata troppo. Il take-home message è quello di essere attenti a cosa mangia o potrebbe mangiare il nostro cane (soprattutto durante le festività) e contattare subito il proprio veterinario in caso di dubbio.