Arriva l’autunno! Affrontiamo il cambio stagione con i nostri cani e gatti

Proprio come noi umani, anche i nostri amici cani e gatti sentono, anzi risentono, del cambio di stagione: l’Autunno porta con se i primi freddi e le giornate si accorciano.
Vediamo cosa cambia per i nostri amici a quattro zampe e come possiamo aiutarli.

Peli peli peli e ancora peli!

Siamo (o dovremmo esserlo) abituati a prenderci cura del mantello dei nostri animali durante tutto l’anno, ma è soprattutto al cambio di stagione che la nostra premura deve aumentare. Se è vero infatti che gli animali perdono pelo durante tutto l’anno, autunno e primavera segnano la vera e propria muta, ovvero un rinnovamento consistente del pelo che in autunno si traduce nella ricrescita di un sottopelo più folto.

Naturalmente la muta varia secondo la razza e lo stile di vita dell’animale ed ha una durata e una intensità variabile: va da se che i cambiamenti saranno più evidenti in animali che vivono all’esterno e che quindi “soffrono” di più il cambio di temperatura e la diminuzione delle ore di luce.

Quindi armati di spazzola e usala più volte al giorno sul mantello del tuo pet: parti dalla testa andando verso la coda e segui sempre la direzione di crescita del pelo.

Il prendersi cura del proprio animale è anche un ottimo momento per verificarne la salute della pelle. Infatti se noterai arrossamenti, lesioni, dermatiti o crosticine contatta il tuo veterinario di fiducia.

Antiparassitari e autunno

“Dottoressa posso sospendere il trattamento antiparassitario contro pulci e zecche in autunno?” La risposta è “NO!

Pulci e zecche non spariscono magicamente il 22 Settembre ed è importante continuare il trattamento antiparassitario anche dopo tale data.

Malanni di stagione

L’abbassamento della temperatura e perché no anche gli sbalzi di temperatura (da dentro casa a fuori e viceversa) potrebbero portare problemi legati all’apparato respiratorio (come raffreddori e tosse) o intestinale (ad esempio diarrea), senza dimenticare i dolori articolari.
Quindi ricordiamoci di farli uscire nelle ore più calde e di coprirli soprattutto se piccoli, a pelo raso o vecchietti.

Cosa dare da mangiare al nostro cane e gatto in Autunno?

Temperature più basse significano un dispendio maggiore di calorie da parte del nostro animale e di conseguenza dovremo soddisfare il nuovo fabbisogno calorico con lipidi, proteine e vitamine.
Mi raccomando però di non affidarvi a “Google” o al “fai da te” per cambiare la dieta o l’integrazione al vostro animale: contattate il vostro veterinario perché ogni animale ha la sua storia clinica.
Resta sempre fondamentale l’idratazione: ricordatevi di controllare la temperatura dell’acqua nella ciotola all’esterno.

Giornate corte non significa poltrire

Anche se le giornate si accorciano, per i nostri animali è importante uscire: cerchiamo di portarli fuori nelle ore più calde e di non far mai mancare loro movimento e gioco sia per restare in forma (senza prendere troppo peso con l’aumento delle calorie), sia per mantenerli sempre allegri e vivaci.
Asciughiamo bene loro le zampe quando rientriamo.